Il progetto

Il senso pedagogico non è il buon senso, né, tanto meno, il senso comune.

Il senso pedagogico è qualcosa di simile all’orecchio musicale, che distingue, discrimina, coglie sfumature, e, come l’orecchio musicale, va continuamente allenato e affinato.

Gli articoli di queste pagine hanno lo scopo di esercitare le capacità di ascolto, di osservazione e autosservazione in ambito pedagogico, per renderci più consapevoli di ciò che facciamo con i nostri figli o alunni.

La pedagogia, diceva Riccardo Massa, è la problematizzazione dell’ovvio, ovvero la capacità di interrogarsi sempre di nuovo sulle pratiche educative da cui siamo agiti e nelle quali siamo immersi. Le stesse teorie hanno senso solo come strumenti che ci spingono a interrogarci, non come salvagenti a cui aggrapparci nella disperata ricerca di certezze.

Nella pagina Pedagogia propongo degli spunti di riflessione, a partire da episodi quotidiani, per esercitare la consapevolezza pedagogica, strumento essenziale di ogni educatore.

Nella pagina Didattica mi sono soffermata su idee e spunti pratici, utili sia ai genitori che agli insegnanti, mettendone in luce le caratteristiche, i pregi e i limiti, in modo che ciascuno possa scegliere lo strumento che risulta più adatto ed efficace rispetto alla propria situazione. È possibile vedere alcuni esempi concreti di unità didattiche sul mio blog Imparare in piedi.

Nella pagina Letture presento una piccola scelta di testi su cui esercitare lo sguardo pedagogico per imparare a orientarsi tra i titoli sempre più numerosi che si occupano di infanzia ed educazione.

Questo sito è costruito come un luogo di esercizio, non come un laboratorio. Quindi non c’è spazio per il dibattito o il forum. Non sarebbe conforme con il lavoro proposto. Se, però, volete contattarmi, potete scrivermi privatamente. Sarò contenta di avere un confronto personale, al di fuori del chiacchiericcio della rete. Potete scrivermi all’indirizzo gretabienati@gmail.com