Nati per leggere?

Quando aspettavo il mio primo figlio, quasi undici anni fa, la mia ostetrica, persona attenta e di grande intelligenza pedagogica, mi parlò con entusiasmo dell’iniziativa “Nati per leggere”, promossa da biblioteche e pediatri per familiarizzare i bambini alla lettura fin da piccolissimi, addirittura dai sei mesi. Al momento, istintivamente, mi venne da storcere un po’ il naso, ma dato che si trattava di una persona di cui ho grande stima, ho voluto ben approfondire l’argomento.

Ora, dopo tanti anni e l’esperienza con i miei figli e alla luce di quello che vedo nei loro amici, mi sento di poter confermare che quella iniziativa era il sintomo di una cultura del bambino come essere cognitivo, di cui oggi cominciamo a vedere i drammatici esiti. Le percentuali di obesità infantile sono allarmanti e sono sempre più frequenti i bambini in età da scuola elementare incapaci di andare in bicicletta, di giocare al pallone, di arrampicarsi sugli alberi.

Non sto dicendo, ovviamente, che non dovete leggere libri ai vostri bambini o che i libri siano dannosi, ma che l’espressione “Nati per leggere” mette bene in luce come la preoccupazione degli educatori e persino dei medici si rivolga troppo e troppo spesso alla maturazione cognitiva, trascurando quella fisica.

I bambini sono nati non per leggere, ma per correre, giocare, saltare, muoversi, e per farlo il più possibile all’aria aperta. Non è affatto una banalità né tanto meno il comune sentire.

Altrimenti come si potrebbe accettare di tenerli al chiuso delle mura scolastiche per otto ore al giorno, concedendogli un paio d’ore di “sport” alla settimana? Lo accettiamo perché pensiamo che siano “nati per leggere”, appunto, altrimenti ribalteremmo le proporzioni e lasceremmo i bambini a giocare e correre all’aperto per otto ore al giorno, limitando il lavoro scolastico a un’oretta quotidiana. Non è poi un’idea così impraticabile, dato che penso che molte mamme homeschoolers gestiscano più o meno così il proprio tempo.

Allora, per irrobustirli fisicamente, perché crescano forti, sani e “resilienti”, cerchiamo tutte le occasioni per portarli all’aria aperta. Passeggiate, corse nei parchi, vacanze, gite fuori porta, non sono qualcosa in più, ma sono essenziali e primarie, più dei libri, dei materiali scolastici, dei viaggi istruttivi. Se non sono fisicamente forti, non potranno affrontare nemmeno le fatiche scolastiche, che rischierebbero di indebolirli ulteriormente.

Quanto allo sport, in quest’ottica presenta due difetti: anzitutto si svolge spesso al chiuso, mentre l’aria aperta è fondamentale per irrobustire i polmoni e per consentire al calcio di fissarsi nelle ossa e nei denti, in secondo luogo è un’attività diretta da un adulto in modo omogeneo per tutti. Spesso nei loro giochi i bambini sperimentano il loro corpo e i loro sensi in modo “autoterapeutico”, per compensare gli squilibri (frequenti e fisiologici) della crescita. Pensate ai giochi d’equilibrio, agli esperimenti con altalene, scivoli, biciclette, al girare su se stessi finché non si cade a terra…

Quindi lo sport va bene, ma non può essere l’unica attività fisica, bensì solo una parte (minore) di un complessivo stile di vita, in cui il movimento e l’aria aperta costituiscano gli elementi centrali.

Ovviamente molto altro può essere fatto per rendere i nostri figli robusti, sul versante dell’alimentazione o delle cure mediche. Vorrei suggerirvi solo un’ultima cosa: lasciategli il tempo di essere malati. Soprattutto se vanno a scuola, hanno bisogno di riprendersi bene, sospendendo completamente le attività didattiche fino alla completa guarigione. I medici di una volta prescrivevano convalescenze almeno di pari durata alla fase acuta della malattia. Oggi si tende, invece, a ignorare questo prezioso tempo in cui l’organismo fa tesoro del superamento di una prova.

In attesa che i pediatri promuovano un “Nati per correre” che imponga una riduzione drastica delle ore di lezione a favore di attività di movimento, approfittiamo della bella stagione per fare un pieno di salute e per accumulare resilienza.

Annunci